I penalisti modenesi sulle gravissime dichiarazioni di Massimo Mezzetti: si ponga un freno al giustizialismo dilagante e alle aggressioni agli avvocati, la politica non deve fare pressioni sulla Giustizia.

I penalisti modenesi stigmatizzano con forza le prese di posizione di Massimo Mezzetti, assessore regionale alle politiche per la legalità, che nella giornata del 12 giugno ha voluto commentare recenti accadimenti nel processo Aemilia, celebrato a Reggio Emilia.
Mezzetti, nel commentare la possibile declaratoria di nullità di buona parte degli atti di istruttoria dibattimentale – in seguito ad una recente decisione della Suprema Corte di Cassazione, che aveva accolto un ricorso della difesa per una grave violazione delle più importanti regole del processo penale – aveva dichiarato di non capire dove sia “il confine, dove finisce il diritto alla difesa e il diritto di sciopero e dove inizia l’uso strumentale di questi per stravolgere l’esito di un processo importante e quindi, la dico provocatoriamente, dove finisce il diritto alla difesa e dove inizia la complicità”.
Simile posizione appare evidente frutto di una visione alterata dei più importanti diritti di libertà dei difensori: non può infatti ritenersi che la perniciosa equiparazione dell’avvocato al proprio assistito o la ipotizzata “complicità” dell’avvocato con l’imputato sia una semplice provocazione.
Prova ne è che, oltre a provare ad ingerirsi in ordine a legittime scelte processuali dei difensori (peraltro, riconosciute tali dalla Corte di Cassazione), ancora Mezzetti rilanciava auspicando che la Corte Costituzionale “tenga ben conto che questo e’ il piu’ importante processo di mafia al nord e che non possiamo vanificare un anno di lavoro fatto“, così mostrando di non aver presente che non esistono processi più o meno importanti per il principio di eguaglianza.

Ancor più grave è che un così importante esponente della politica e delle istituzioni regionali faccia simili pressioni sulla Corte.
Dopo le recenti affermazioni contro gli “avvocati d’ufficio” rese dal Ministro dell’Interno Salvini, viene il dubbio che l’Italia stia scivolando in un piano inclinato che rischia di portare in un baratro dei diritti e delle garanzie.
La politica deve rimanere nel proprio ambito, rispettando il principio di separazione dei poteri ed evitando di tentare di intimorire gli avvocati che, per loro natura, sono liberi e senza padroni né elettori a cui rispondere.

Il Consiglio Direttivo della Camera Penale di Modena Carl’Alberto Perroux

CAMERA PENALE DI MODENA CARL’ALBERTO PERROUX e L.C. TERRE DEL PANARO 2.0

hanno il piacere di invitare la S.V. e Graditi Ospiti alla

Serata di Gala in favore di AISM

(Associazione Italiana Sclerosi Multipla)

Ospite della serata sarà il Dott. Mario Rossetti

che presenterà il libro dal titolo

Io non avevo l’avvocato

(2018, ed. Mondadori)

SABATO 14 LUGLIO 2018, ORE 19

PALAZZO DEI MUSEI -LARGO PORTA SANT’AGOSTINO, 337 MODENA

Allieterà la serata il gruppo musicale VOXTONE

per informazioni e prenotazioni: AISM MODENA 059.393093 o segretario@camerapenaledimodena.it

 INVITO

Ventennale della Camera Penale di Modena

Convegno dal titolo “L’Avvocato di domani” che si è tenuto a Villa Cesi nel corso della mattina del 26 maggio e a cui hanno partecipato gli Avvocati Renato Borzone e Emanuele Fragasso Jr.
Ha partecipato l’Avv. Beniamino Migliucci, Presidente UCPI.

Abbiamo presentato il volume “Carl’Alberto Perroux e la Scuola Modenese”. E’ intervenuto il Prof. Carmelo Elio Tavilla, Ordinario di Storia del Diritto Medioevale e Moderno presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

A seguire, nel corso del pranzo, è stata conferita la Presidenza onoraria della Associazione all’Avv. Vittorio Rossi, primo presidente e socio fondatore.

Di seguito, il link alla pagina ufficiale con tutte le foto dell’evento.

(foto avv. F. Cavazzuti)

Tutte le foto del Ventennale

Venerdì 18 maggio i Penalisti modenesi saranno impegnati nella tavola rotonda con la quale si concluderà il progetto nato dal protocollo di intesa tra Ministero dell’Istruzione e Unione delle Camere Penali Italiane. Iniziativa realizzata in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale di Modena e patrocinata dal Comune di Modena.

L’Osservatorio “MIUR – Progetto Camere Penali nelle scuole” della Camera Penale di Modena Carl’Alberto Perroux nel corso dell’anno scolastico 2017/2018 ha proposto ad un migliaio di studenti delle Scuole Secondarie di Secondo grado della Provincia di Modena un progetto nato dal protocollo d’intesa tra l’Unione delle Camere Penali Italiane e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca denominato “Agevolare la conoscenza degli studenti sulla conformazione del sistema Costituzionale”.
Proprio nell’ambito di tale progetto, i penalisti modenesi hanno vestito i panni dei formatori, tenendo incontri con gli studenti di 48 classi di vari istituti modenesi per sensibilizzarli ai principi fondamentali dell’ordinamento giuridico, garantendo una informazione giuridica neutra, chiara e tale da raggiungere tutti i giovani studenti concentrandosi, in particolare, sulla promozione della conoscenza, della diffusione, della concreta realizzazione e della tutela dei valori fondamentali del diritto penale e del giusto processo.

A conclusione di tale percorso, la nostra Camera Penale ha deciso di organizzare un incontro che vedrà protagonisti proprio gli studenti e le studentesse di alcune Scuole Superiori della provincia di di Modena che saranno coinvolti circa un tema di assoluta attualità.
Si tratta di una tavola rotonda dal titolo “Bullismo e cyberbullismo: la parola ai ragazzi”, che avrà luogo venerdì 18 maggio 2018 dalle ore 9 alle ore 13 presso l’aula magna del Liceo Classico e Linguistico L.A. Muratori-San Carlo di Modena, progettata sulla scorta del Bando per l’assegnazione di tre borse di studio intitolate alla memoria dell’Avv. Marco Favini, indetto dalla Camera Penale di Modena Carl’Alberto Perroux.
L’iniziativa metterà al centro proprio la visione che i ragazzi e le ragazze hanno di questo grave fenomeno e prenderà spunto dalle modalità con cui hanno deciso di trasporlo negli elaborati in concorso.
Parteciperanno il Dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Dott.ssa Silvia Menabue e l’Assessore del Comune di Modena Gianpietro Cavazza, oltre a diversi esperti tra cui il già noto al mondo dei giovani, Pablo Trincia autore e conduttore della trasmissione di Rai2 “Mai più bullismo”, nonché esperte in psicologia, psicoterapia e consulenti giudiziarie quali le Dottoresse Chiara Brillanti e Brandolese Carla. Non verranno trascurati i profili giuridici della problematica del bullismo di cui si occuperanno gli Avvocati componenti dell’Osservatorio Scuola della Camera Penale di Modena Barbara Righini, Silvia Silvestri, Nicoletta Cavani e Massimo Fiorillo.

Per l’organizzazione dell’iniziativa, patrocinata dal Comune di Modena, è stato fondamentale l’apporto e la disponibilità manifestati in primis dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Modena, nonché dei Dirigenti e dei singoli professori referenti appartenenti alle Scuole Superiori che hanno partecipato. Si tratta degli Istituti Superiori di Modena Liceo Classico e Linguistico “L.A. Muratori – San Carlo” (classi 3°A e 3° DL); Liceo Scientifico “A. Tassoni” (classe 3°D); Liceo delle Scienze Umane “C. Sigonio” (classe 3°G); Istituto Professionale Grafico – Indirizzo Fotografia “A.Venturi” (classi 1°M, 1°N, 1°Q). Nonché di alcune altre Scuole Superiori di Carpi: l’Istituto Tecnico Commerciale “A.Meucci “(classe 4°A), il Professionale S.C.T “C Cattaneo-ITCS Meucci di Carpi” (classe 4°R), Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato – Indirizzo Abbigliamento e Moda “G. Vallauri” (classe 4°D).

LA STAMPA è INVITATA A PARTECIPARE ALL’INIZIATIVA.

Modena, lì 15 maggio 2018

L’Osservatorio “MIUR – Progetto Camere Penali nelle scuole” della Camera Penale di Modena Carl’Alberto Perroux

Iniziativa dell’Osservatorio MIUR della Camera Penale di Modena Carl’Alberto Perroux

 

Venerdì 18 maggio 2018 dalle ore 9,00 alle ore 13,00
Aula Magna Liceo Classico e Linguistico L.A. Muratori – San Carlo – Via Cittadella n. 50 – MODENA

INTRODUZIONE E SALUTI

Dott.ssa Silvia Menabue
Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Modena

Dott. Gianpietro Cavazza
Vice-Sindaco, Assessore alla Cultura, Rapporti con l’Università e Scuola del Comune di Modena

Avv. Guido Sola
Presidente della Camera Penale di Modena Carl’Alberto Perroux

Avv. Barbara Righini
Responsabile Osservatorio MIUR Camera Penale di Modena

“LA VITTIMA”
Ne parleranno:
Dott. Pablo Trincia
Autore e conduttore televisivo della trasmissione di Rai2 “Mai Più Bullismo”
Avv. Barbara Righini
Responsabile Osservatorio MIUR Camera Penale di Modena

“IL BULLO”
Ne parleranno:

Dott.ssa Carla Brandolese
Psicologa e Psicoterapeuta, Giudice Onorario Corte d’Appello presso il Tribunale dei Minori di Bologna

Avv. Nicoletta Cavani
Componente dell’Osservatorio MIUR Camera Penale di Modena

“GLI SPETTATORI”
Ne parleranno:

Dott.ssa Chiara Brillanti
Psicologa e Psicoterapeuta, Consulente Uffici Giudiziari

Avv. Silvia Silvestri
Referente del Direttivo e componente dell’Osservatorio MIUR Camera Penale di Modena

“IL CYBERBULLISMO”
Ne parlerà:

Avv. Massimo Fiorillo
Componente dell’Osservatorio MIUR Camera Penale di Modena
Dibattito finale ed interventi del pubblico

Assegnazione delle tre borse di studio in memoria dell’Avv. Marco Favini e consegna attestati di partecipazione
Dott.ssa Silvia Menabue
Avv. Guido Sola
Avv. Massimo Fiorillo
Sig.ra Rosamaria Bortolotti in Favini

Locandina

Sabato 26 maggio p.v. ricorrerà il ventennale della fondazione della nostra Camera Penale.

Per l’occasione il Consiglio Direttivo ha deciso di organizzare un convegno dal titolo “L’Avvocato di domani” che si terrà a Villa Cesi nel corso della mattina del 26 maggio e a cui parteciperanno gli Avvocati Renato Borzone e Emanuele Fragasso Jr.
E’ stato invitato anche l’Avv. Beniamino Migliucci, Presidente UCPI.

In quella occasione verrà altresì presentato il volume “Carl’Alberto Perroux e la Scuola Modenese”, realizzato con il Contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.
Interverrà il Prof. Carmelo Elio Tavilla, Ordinario di Storia del Diritto Medioevale e Moderno presso l’Università di Modena e Reggio Emilia.

A seguire – anche grazie contributo di BPER Banca – i soci sono invitati ad un pranzo a partecipazione gratuita.

Di seguito, la locandina dell’evento.