LUNEDÌ 27 APRILE 2020, ORE 17
ZOOM WEBINAR

INTRODUCE
Avv. Andrea Stefani
Responsabile dell’Osservatorio sulla legalità delle decisioni giudiziali
della Camera Penale di Modena Carl’Alberto Perroux

MODERA
Avv. Prof. Giulio Garuti
Ordinario di Diritto Processuale Penale nell’Università di Modena e Reggio Emilia

PARTECIPANO
Avv. Prof. Filippo Sgubbi
Ordinario di Diritto Penale nell’Università di Bologna

Dott. Alberto Giannone
Giudice presso il Tribunale di Asti

Avv. Guido Sola
Presidente della Camera Penale di Modena Carl’Alberto Perroux


Nel corso del seminario sarà presentato il saggio
“Il diritto penale totale. Punire senza legge, senza verità, senza colpa” (Filippo Sgubbi, Il Mulino, 2019)

L’evento è in corso di accreditamento presso il COA di Modena.
Per partecipare è richiesta l’iscrizione all’indirizzo e-mail info@camerapenaledimodena.it, cui seguirà l’invio del link da cui seguire l’evento

LOCANDINA (PDF)

LUNEDÌ 27 APRILE 2020, ORE 17
ZOOM WEBINAR

MODERA

Avv. Prof. Giulio Garuti
Ordinario di Diritto Processuale Penale nell’Università di Modena e Reggio Emilia

PARTECIPANO

Avv. Guido Sola
Presidente della Camera Penale di Modena Carl’Alberto Perroux

Dott. Alberto Giannone
Giudice presso il Tribunale di Asti

Prof. Avv. Filippo Sgubbi
Ordinario di Diritto Penale nell’Università di Bologna


Nel corso del seminario sarà presentato il saggio “Il diritto penale totale. punire senza legge, senza verItà, senza colpa” (Filippo Sgubbi, Il Mulino, 2019).

L’evento è in corso di accreditamento presso il COA di Modena.Per partecipare è richiesta l’iscrizione all’indirizzo e-mail info@camerapenaledimodena.it, cui seguirà l’invio del link da cui seguire l’evento.

LOCANDINA (PDF)

 

ZOOM WEBINAR

Responsabile dell’Osservatorio sulla legalità delle decisioni giudiziali della Camera Penale di Modena Carl’Alberto Perroux

MODERA

Pubblichiamo la lettera di invito rivolta alle autorità giudiziarie competenti (e, segnatamente, al Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Bologna), affinché ricorrano diffusamente alla concessione di misure alternative a quella di massimo rigore.

Il plico – sottoscritto da varie camere penali emiliano-romagnole – è stato inoltrato in data odierna ai vari destinatari che, si auspica, vorranno provvedere nel merito e con assoluta tempestività.

Consiglio Direttivo e Osservatorio Carcere e Magistrato di Sorveglianza hanno appena incontrato i Magistrati di Sorveglianza e il Comandante della Polizia Penitenziaria.

Allo stato i detenuti deceduti in conseguenza degli accadimenti risultano essere 6. Le visite mediche espletate nell’immediatezza escludono ferite da arma da taglio. Non si possono escludere episodi di colluttazione tra detenuti. Sono stati sottratti alle strutture infermieristiche ingenti quantitativi di farmaci stupefacenti e psicotropi che potrebbero avere causato i decessi.

Allo stato non risultano feriti gravi tra gli agenti della Polizia Penitenziaria e tutte le persone che, in conseguenza degli accadimenti, necessitavano di cure sono state prontamente trasferite all’esterno onde assicurare le stesse. E’ stato ristabilito il controllo delle aree strategiche dell’istituto penitenziario. L’attuale situazione di sostanziale inservibilità di tutti i servizi essenziali propri della struttura imporrà l’immediato trasferimento presso altri istituti di tutti i detenuti già nelle prossime ore.
I trasferimenti, una volta completati, saranno comunicati dal locale Consiglio dell’ordine degli Avvocati direttamente ai difensori di tutti gli interessati, che alla luce dell’intervenuta dispersione della documentazione matricolare, sono fin d’ora invitati a confermare/formalizzare la nomina del proprio difensore all’atto dell’ingresso presso le nuove strutture penitenziarie.

L’impossibilità di ricostruire documentalmente i rapporti familiari per l’essere stato incendiato l’ufficio matricola e con esso la documentazione ivi contenuta, farà sì che tutte le notizie saranno date direttamente ai difensori dei diretti interessati.

La Polizia Penitenziaria rappresenta la ferma volontà di ricondurre a totale normalità la situazione tramite assoluta ragionevolezza e senza uso della forza.

Il week end inaugurale di mostra chiude con 2.855 visitatori.
Ciò che ci rende più orgogliosi è l’aver visto tante persone stupite dalla scoperta di un mondo nascosto e la maturazione in loro di una nuova consapevolezza.
La mostra prosegue fino al 7 ottobre con le sue tavole rotonde. Vi aspettiamo anche a questi importanti momenti ti di riflessione.

Si pubblica la delibera adottata dal Coordinamento Distrettuale delle Camere Penali dell’Emilia Romagna a seguito di quanto verificatosi al Tribunale della Libertà di Bologna nonché in risposta al comunicato emesso su tale episodio da parte della Giunta Regionale della ANM

 

delibera coordinamento