NUOVE INIZIATIVE DEI PENALISTI PER LA SEPARAZIONE DELLE CARRIERE DEI MAGISTRATI.

I Penalisti Modenesi, oggi riuniti in Assemblea, rilanciano la campagna di raccolta delle firme a favore della separazione delle carriere dei magistrati: diversi appuntamenti nel fine settimana. Evidenziate diverse criticità locali.

La Camera Penale di Modena Carl’Alberto Perroux, oggi riunita in Assemblea dei soci, ha affrontato diversi temi emersi nel corso degli ultimi e di fondamentale importanza per la tutela dei diritti dei cittadini.

Nel corso della riunione sono infatti emerse diverse criticità riguardanti le prime applicazioni della Riforma Orlando, osteggiata dai penalisti di tutta Italia con ripetute astensioni dalle attività processuali nel corso degli ultimi mesi.
Preoccupano, in particolare, la rilevante limitazione del diritto di accesso alle informazioni riguardanti i procedimenti penali da parte delle persone offese nella fase delle indagini preliminari, così come l’interpretazione data dalla Procura della Repubblica alle nuove norme sulla elezione del domicilio da parte degli imputati assistiti da un difensore d’ufficio.
Emergono inoltre gravi carenze nella organizzazione degli uffici di cancelleria del Tribunale di Modena, il cui regolare accesso è stato impedito all’utenza per circa un mese nel periodo estivo provocando l’impossibilità di prendere visione di importanti atti giudiziari da parte degli Avvocati e dei Cittadini, se non per questioni particolarmente urgenti. Tutte questioni delle quali la Camera Penale ha portato a conoscenza il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati che, per il tramite dei componenti penalisti, ha mostrato grande sensibilità e comprensione circa la necessità di una tempestiva interlocuzione con i vertici del Tribunale.
Pure le relazioni degli Osservatori, hanno evidenziato nuovamente le gravi carenze di organico del Magistrato di Sorveglianza e la necessità di garantire l’effettività del diritto di difesa dei non abbienti.

Proseguono inoltre le iniziative per la separazione delle carriere della magistratura, che si protraggono fin dallo scorso mese di maggio e che, ad oggi, hanno consentito di raccogliere circa 2.400 adesioni in Provincia di Modena e ben oltre 60.000 in tutta Italia, così dimostrando che l’importanza di questa riforma è compresa da tante persone.

Nel corso del prossimo fine settimana gli Avvocati Penalisti saranno presenti da venerdì a domenica, dalle ore 18 alle 23, alla Festa de L’Unità di Modena e nella mattinata di sabato 9 settembre in Piazza Martiri a Carpi per raccogliere le firme dei cittadini e confrontarsi con loro.

Modena, lì 8 settembre 2017
(Il consiglio direttivo della Camera Penale di Modena Carl’Alberto Perroux)