NUOVA INIZIATIVA DEI PENALISTI PER LA SEPARAZIONE DELLE CARRIERE DEI MAGISTRATI.

I Penalisti Modenesi e i componenti dell’Osservatorio Nazionale Carcere dell’Unione delle Camere Penali Italiane, saranno presenti al Carcere di Modena sabato 5 agosto per raccogliere le adesioni dei detenuti e alle ore 9 incontreranno i giornalisti.

La Camera Penale di Modena Carl’Alberto Perroux aderisce al Comitato per la separazione delle carriere della magistratura, con una serie di iniziative che si protraggono fin dallo scorso mese di maggio.

Nei mesi scorsi sono stati circa 2.200 i Cittadini che hanno sottoscritto la proposta in Provincia di Modena, così dimostrando che l’importanza di questa riforma è compresa da tante persone.

Nel corso di questo fine settimana gli Avvocati Penalisti saranno presenti nella mattinata di sabato 5 agosto presso la Casa Circondariale di Modena, dove raccoglieranno le adesioni dei detenuti alla proposta di riforma della costituzione.

Si tratta di una occasione di assoluta importanza: dopo che tanti cittadini di tutte le estrazioni hanno sottoscritto tale proposta, i Penalisti hanno deciso di accendere i riflettori sulla realtà carceraria, offrendo alle tante persone che stanno espiando la propria pena, la possibilità di partecipare attivamente a questo importante percorso di riforma che vuole vedere finalmente un giudice terzo indispensabile al fine di realizzare un processo equo, una giustizia migliore e un carcere più giusto.

Alle ore 9, nel piazzale antistante il Carcere, la Camera Penale di Modena e l’Osservatorio nazionale Carcere dell’UCPI incontreranno i giornalisti per una conferenza stampa.

Anche i detenuti potranno dunque aderire alla iniziativa, apartitica e condotta a livello nazionale, che ha già raggiunto la soglia minima di 50.000 adesioni in tutta Italia, coinvolgendo i Cittadini in questa importante battaglia di civiltà che servirà a riequilibrare il sistema giudiziario, concedendo a tutte e due le parti del processo penale (l’accusa e la difesa) le stesse opportunità di partenza nel dimostrare le proprie tesi.

Modena, lì 2 agosto 2017
(Il consiglio direttivo della Camera Penale di Modena Carl’Alberto Perroux)